fbpx Vanna Nicolotti | Futura Art Gallery

Vanna Nicolotti


Nata a Novara nel 1929, vive e lavora a Milano. Liceo Artistico e Accademia di Brera sotto la guida di Achille Funi e di Mauro Reggiani. Si diploma nel 1957. Prosegue gli studi di grafica con Oscar Signorini. Dal 1959 fa parte di D’Ars Agency a Milano ed è tra i fondatori di D’ARS, una delle più antiche riviste d’arte contemporanea in Italia, dal 1984 diretta da Pierre Restany. Esordisce nel 1960 con due pannelli polimaterici per la Biblioteca Musicale del Conservatorio “G. Verdi” di Milano e collabora all’allestimento dell’attiguo Nuovo Museo Storico.

Dopo la prima personale a Milano nel 1963 inizia la ricerca tridimensionale nell’area della nuova realtà spaziale di Lucio Fontana esponendo i primi esempi a Londra nel 1964, Milano (Galleria Pater, 1966), Lecco, Como e Roma. Giunge poi a veri e propri rilievi di tela intagliata e dipinta, sovrapponendo più strati su fondo metallico (le Strutture variate). Opere ascrivibili a quella “geometria sensibile” teorizzata dal critico brasiliano Roberto Pontual (serie dei Mandala e delle Porte), esposte in diverse mostre personali in Italia e all’estero: a Soria e Valencia, Spagna nel 1970, a New York nel 1973. È da ricordare la presentazione, al CAYC di Buenos Aires e al Museo Genaro Peréz di Cordoba in Argentina, 1975, del ciclo di opere grafiche Strutture del Quarto Mondo.

Dal 1976 ha fatto parte del Movimento Arte/Genetica fondato a Lecce da Francesco Saverio Dodaro e dal 1979 ha partecipato a varie operazioni di Mail art. Nel 1978 introduce la parola (e nel 1982 i numeri), in caratteri a rilievo disposti sul piano della tela intesa come pagina, in una serie di opere esposte in mostre bipersonali con Fernanda Fedi intitolate Testo a fronte (a Torino, Milano, Como, Firenze, Genova) e in seguito a Tokyo, Giappone nella personale alla Ginza Gallery, 1984.

Tra le numerose rassegne: IX Quadriennale di Roma (1965), premio “Joan Mirò” a Barcellona (1965-1973), Biennale di Bolzano (1967-1969), XI Salone di Marzo a Valencia (1970), “Peau de Lion” alla Kunsthaus di Zurigo (1970), Museo d’Arte Moderna, Tokyo (1984), Biennale di Venezia, Padiglione Italia a Torino, Palazzo delle Esposizioni (2011).

Sue opere sono state acquisite da musei e collezioni Italiane e straniere, tra cui: Museo Vicente Aguilera Cerni, Villafames Castellon (Spagna); Statford College, Danville (USA); Frank V. De Bellis Collection, State University, San Francisco (USA); Museo de Arte Contemporanea, Ibiza (Spagna); Museo de Arte Contemporanea, Pernanbuco (Brasile)Civica galleria d’Arte Contemporanea, Ascoli Piceno; Galleria Civica d’Arte Contemporanea, Termoli; MACC, Caltagirone; mim Museum in Motion, San Pietro in Cerro (Piacenza)

MOSTRE PERSONALI

■ 1963 

Galleria Barbaroux, Milano

■ 1964 

Woodstock Gallery, Londra, UK

■ 1965 

Galleria Pater, Milano

■ 1966 

Galleria Stefanoni, Lecco
Galleria La Vela, Riva del Garda

■ 1967 

Galleria Il Salotto, Como
Galleria Arnetta, Gallarate

■ 1968 

Galleria SM13, Roma

■ 1969 

Eurocasa, Madrid, Spagna
Galleria L’Arco, Macerata

■ 1970 

SAAS, Soria, Spagna
Cite, Valencia, Spagna
Galleria Il Salotto, Como

■ 1971 

Galleria Triade, Torino
Galleria Il Giorno, Milano

■ 1972 

Galleria del Leone, Tradate (VA)
First National City Bank, Milano

■ 1973 

Galleria Il Gelso, Lodi
Galleria Il Gabbiano, La Spezia
Avanti Gallery, New York, USA

■ 1974 

Circolo Artistico, Fara D’Adda (BG)

■ 1975 

Studio Rotelli, Finale Ligure
Galleria 9 Colonne/SPE, Trento
Galleria 72, Bergamo

■ 1976 

Galleria Matuzia, Sanremo

■ 1977 

Galleria Il Salotto, Como

■ 1978 

Galleria Il Brandale, Savona
Galleria Artivisive, Roma

■ 1978-1980 

Testo a fronte con Fernanda Fedi: Citibank, Torino; Galleria Il Mercante, Milano; Galleria Il Salotto, Como; Studio Il Moro, Firenze; Galleria Portello, Genova

■ 1981 

Galleria Il Brandale, Savona
Fondazione Culturale Benedict School, Bologna
Fondazione Culturale Benedict School, Parma
Fondazione Culturale Benedict School, Genova

■ 1983 

Segni di memoria/segni d’esistenza, con Antonio Massari e Vincenzo Moraca, Palazzo Massari, sotto l’egida della Galleria Civica d’Arte Moderna Palazzo dei Diamanti, Ferrara. Testo di Claudio Azzimonti.

■ 1984 

Ginza Gallery, Tokyo, Giappone
Verifica 8+1, Mestre (VE). Con Heidi Ostermann e Vincenzo Torcello

■ 2011 

Due cicli di opere grafiche 1975/1983, Museo d’Arte Contemporanea Casa del Console, Calice Ligure (SV)

■ 2012 

Cellule, bipersonale con Vittorio Valente, Galleria Punto Due, Calice Ligure (SV)
Vanna Nicolotti/Vittorio Valente, bipersonale, Studio D’Ars, Milano

■ 2013 

Opere recenti 2011-2013, Fondazione Novara Sviluppo, Palazzo Renzo Piano, Novara. Organizzazione Art Action, testo di Giovanni Cordero
Vanna Nicolotti/Vittorio Valente, bipersonale, Palazzo Sanseverino, Vigevano (PV). Nell’ambito della rassegna Le bussole del tempo organizzata dal Comune di Vigevano in collaborazione con Studio D’Ars.

■ 2014 

Vanna Nicolotti: lo spazio contenuto, Galleria L’Incontro, Chiari (BS), testo di Ivan Quaroni

■ 2015 

Vanna Nicolotti: lo spazio ulteriore, Galleria Sangiorgio International, Lugano, Svizzera, testo di Alessandra Erriquez
Vanna Nicolotti: il gesto programmato, ex Sala Consiliare, Comune di Roccafranca (BS), testo di Alessandro Azzoni
Vanna Nicolotti: le soglie dello sguardo, Galleria San Carlo, Milano, a cura di Alessandro Azzoni, testo di Pierre Restany

■ 2016 

Strutture del Quarto Mondo 1975, Studio via Sant’Agnese, Milano, a cura di Alessandro Azzoni
L’incognita ineludibile nell’arte di Vanna Nicolotti, Galleria L’Incontro, Chiari (BS), a cura di Ivan Quaroni

MOSTRE COLLETTIVE / RASSEGNE PRINCIPALI

Sicilia Industria, Palermo, 1962;
Termoli, 1964-1973;
IX Quadriennale di Roma, 1965;
Premio “Joan Miro”, Barcellona, 1965-1973;
Biennale di Bolzano, 1967-1969;
“Proposta per una manifestazione-incontro”, Museo Civico, Bologna, 1969;
XI Salone di Marzo, Valencia (Spagna), 1970;
“Peau de Lion”, Kunsthaus, Zurigo, 1970;
“VI e VII Biennale d’Arte Gavirate”, Palazzo delle Scuole Risorgimento, 1972 e 1975;
“Festival de Opera”, Valencia, 1973;
“Young Artists”, New York, 1973;
Premio di pittura “Città di Novara” 3° edizione, Novara, 1975;
“Réalitées Nouvelles”, Parigi, 1975;
Biennale Internazionale, Mentone, 1976;
XVII Biennale di Ibiza, Museo de Arte Contemporaneo, 1976;
“Artigianarte”, Lecce, 1981;
“Tempo circolare/Tempo progressivo”, Como, 1982;
“Bianco, semaforo dell’arte” (curatore Giorgio di Genova), Palazzetto dell’Arte, Foggia, 1983;
“Un’idea meccanica”, Civica Galleria d’Arte Contemporanea, Ascoli Piceno, 1983/84;
“Asia-Europa” (ed. Internazionale), Museo d’Arte Moderna, Tokyo, 1984;
“Alfabeto d’Autore”, Scuola d’Italia, New York, 1987;
“Anch’io l’ho conosciuto”, Omaggio a Lucio Fontana, Studio D’Ars, Milano, 1999;
“La collezione della Fondazione D’Ars Oscar Signorini onlus / V Memorial G. Quaglino”, Broletto, Novara, 2003;
VIII Memorial G. Quaglino, Barriera Albertina, Novara, 2008;
“Mappe d’artista 1959-2009 D’Ars Navigatore satellitare sulle strade dell’arte”, Trento (Museo Giovanni Caproni), Milano (Società Umanitaria), Roma (Biblioteca Angelica), Calice Ligure (Museo d’Arte Contemporanea “Casa del Console”), 2009-2010;
“Del disegno/Della fotografia”, MACC, Caltagirone, 2009;
“Allunaggio 40 anni dopo”, Milano (Studio D’Ars) 2009, Ferrara (Galleria 9 Colonne/SPE/Resto del Carlino) 2010;
“Allunaggio 40 anni dopo”, Roma (Temple University) 2010;
“Rigorismo nell’orizzonte del Transpazialismo e oltre” con testo di Massimo Donà e di Flavio Lattuada, Milano (Lattuada Studio), 2010.
“Arte d’Italia”, Gorgonzola (M&D Arte), 2011;
“La Quota Rosa”, Calice Ligure, SV (Galleria Punto Due), 2010;
Omaggio a Chopin, Mantova (Cubo Studio), 2011;
“Allunaggio 40 anni dopo, Malpensa (VA) (Volandia, parco e museo del volo), 2011;
“Ci rivediamo al Civico Sette”, Calice Ligure, SV (Galleria Punto Due), 2011;
“Jean Cocteau a Vigoleno dans le chateau de Max Ernst”, Vigoleno, PC (Oratorio della Madonna delle Grazie), 2011;
11° Premio nazionale Città di Novara 2011, Novara (Palazzo Renzo Piano), 2011;
“Rigorismo”, Milano (Galleria San Carlo), 2011/12;
Biennale di Venezia – Padiglione Italia, Torino (Sala Nervi, Palazzo delle Esposizioni), 2011-2012;
“Unidirectionnel” (Atelier du Pré), Cannes, 2012;
“Archetipi” cartella di grafica a cura di Giovanni Leombianchi, Milano (Libreria Bocca), 2012;
Mostra artisti vincitori 11° Premio Nazionale d’Arte Città di Novara, Novara (Palazzotto Orta San Giulio), 2012;
“Acqua viva”, Bologna, (Galleria 9 Colonne/SPE), 2013;
“Pubblicazione XX Secolo/1”, BV Galerie – Klagenfurt e Caltagirone, MACC – Museo d’Arte Contemporanea, 2013;
“Nel nome dell’arte – Exhibition Project 2013”, Novara, Palazzo Renzo Piano, 2013;
“Rigorismo”, Galleria Antonio Battaglia, Milano, 2013;
“Jean Cocteau et les mots”, a cura di Mauro Carrera ed Elena Fermi, Maison du livre et du tourisme, Bécherel, Francia, 2013;
“Rigorismo”, Palazzo Salmatoris, Cherasco (CN), 2013;
“Rigorismo”, Galleria San Maurilio Fine Arts, Milano, 2013;
“Rigorismo”, Galleria d’Arte Contemporanea ex Lazzaretto, Comune di Crotone, 4-14 agosto 2014;
“Il Verde è anche un colore”, Galleria Anna Maria Consadori, Milano, 16 settembre-11 ottobre 2014;
“Rigorismo”, Italian Cultural Institute in New York, USA, 5 febbraio-3 marzo 2015;
“Rigorismo”, UNIX Gallery, New York, USA, 5-29 marzo 2015;
“Expoarte 2015: Il gusto dell’arte”, Oleggio: 30 maggio-7 giugno, Molfetta: 25 luglio-2 agosto, Dolceacqua 3-11 ottobre, Novara 24-31 ottobre 2015;
“Spazialismo: dalle radici agli eredi”, Galleria Sangiorgio International, Lugano, Svizzera, 24 settembre-24 ottobre 2015.
“Le Forme del Bianco”, Galleria d’Arte L’Incontro, Chiari (BS), a cura di Alessandro Azzoni, 10 ottobre-28 novembre 2015.
“Dialoghi Possibili”, Galleria d’Arte L’Incontro, Chiari (BS), a cura di Ivan Quaroni, 7 ottobre-26 novembre 2017.
Il Gelso di Giovanni Bellinzoni. 25 anni di silenzio”, presentazione di Marina Arensi, Bipielle Arte, Banca Popolare di Lodi, Lodi, 25 maggio – 17 giugno 2018

OPERE IN MUSEI

Opere In Musei e Collezioni Italiane

Biblioteca Musicale Conservatorio G. Verdi Milano

Museo Alternativo Remo Brindisi, Lido di Spina (Ferrara)

Civica galleria d’Arte Contemporanea, Ascoli Piceno

Galleria Civica d’Arte Contemporanea, Termoli

Galleria civica, Matera

Museo Civico d’Arte Contemporanea “Casa del Console”, Collezione Remo Pastori, Calice Ligure (Savona)

Museo di San Martino Dei Lupari, Padova

MACC Museo d’Arte Contemporanea, Caltagirone nell’ambito della donazione: Collezione Silvia Franchi (Roma), 2 opere

Collezione Uroburo presso Archivio di Stato di Parma

mim Museum in Motion, Castello di San Pietro in Cerro (Piacenza)

Collezione del Comune di Calice Ligure (Savona)

 

Opere In Musei Stranieri

Museo de Arte Contemporaneo Vicente Aguilera Cerni, Villafames Castellon (Spagna)

Statford College, Danville (Virginia)

Frank V. De Bellis Collection della State University, San Francisco (USA)

Museo de arte contemporaneo, Ibiza (Baleari-Spagna)

Museo de Arte Contemporanea, Pernanbuco (Brasile)  

 


artworks by Vanna Nicolotti